Yogurt fatto in casa: ecco cosa sbagli!

Uno dei migliori regali di compleanno che abbia mai ricevuto è stata una yogurtiera! Faccio yogurt con la yogurtiera diverse volte al mese ormai da diversi anni e ho imparato molto. 

I migliori consigli per non sbagliare

Questo è il metodo che uso per fare lo yogurt cremoso e denso, compreso il segreto poco conosciuto per la migliore consistenza:

  • Riscaldare il latte vaccino a 180° Fahrenheit.
  • Tenere il latte a 180° per 30 minuti. Lo faccio mantenendo il latte in un forno preriscaldato a 180° F. Questo è il passo più importante per creare la consistenza cremosa e la consistenza che la maggior parte delle persone vuole dallo yogurt. È anche il trucco che nessuno sembra conoscere!
  • Schiumate la “pelle” dalla superficie del latte. Tecnicamente, questo passaggio è facoltativo, ma ad alcune persone non piace la consistenza che crea.
  • Raffreddare rapidamente il latte a 115°F. Uso un bagno di ghiaccio e mescolo fino a quando la temperatura scende.
  • Mescolare nella cultura di avviamento. Utilizzare la quantità consigliata sulla confezione di coltura che avete acquistato o utilizzare 2 cucchiai di yogurt a coltura viva come Fage (utilizzare un lotto fresco e non aperto). La nostra cultura confezionata preferita è questa cultura bulgara dello yogurt.
  • Mantenere la temperatura tra i 100° e i 115° per 5-10 ore. (Vedere le note qui sotto sui trucchi di incubazione).

È possibile testare lo yogurt in qualsiasi momento assaggiandolo. Dovrebbe avere la consistenza della panna cotta, mostrando una bella separazione quando ci si immerge dentro con un cucchiaio. Mettere in frigorifero.

La ricetta qui sopra darà una bella consistenza densa (grazie alla tenuta a 180° per 30 minuti). Tuttavia, se vi piace il vostro yogurt ancora più denso, potete filtrarlo ulteriormente per renderlo ancora più denso come lo yogurt greco di classe.

Yogurt alla greca

Seguire le istruzioni di cui sopra.

Raccogliete con cura lo yogurt in uno scolapasta rivestito di mussola al burro, cercando di non rompere troppo la cagliata.

Lasciate scolare la cagliata su un piatto fino a raggiungere la consistenza che preferite

Il liquido acquoso che drena è il siero di latte, per il quale esistono molti usi. Guardate un po’ qui.

Il bello dello yogurt fatto in casa è che è la sua cultura di partenza. Appena lo yogurt è fatto, potete usare un paio di cucchiai da parte per farne un’altra partita. Io preferisco toglierli subito dal vasetto fresco e conservarli in un contenitore separato con la scritta “Yogurt Starter – Non mangiare! Se non li togliete dall’inizio, correte il rischio che la partita di yogurt sia contaminata da persone che intingono i cucchiai nel tempo.

Suggerimenti per l’incubazione dello yogurt fatto in casa

Ci sono molti metodi diversi per l’incubazione del latte coltivato e nessuno è sbagliato fintanto che funziona per voi. L’obiettivo è quello di mantenere una temperatura costante tra i 110°-115°F. Di seguito sono riportate alcune tecniche che ho sentito provare negli anni con risultati contrastanti. Le ho elencate in ordine di massima affidabilità.

Yogurt Maker – Odio dirlo ma questa è una di quelle cose che se hai intenzione di fare lo yogurt abbastanza regolarmente dovresti semplicemente comprare. Io ne uso uno molto economico che mi ha reso incredibilmente felice nel corso degli anni. Qui sotto ce ne sono alcuni che sembrano delle ottime opzioni basate su recensioni e materiali. Non ne ho provato nessuno personalmente e potrei ricevere una commissione se si acquista qualcosa da questo link (una ragazza deve pagare le bollette)

Euro Cuisine Yogurt Maker – Questa semplice macchina contiene 7 contenitori di classe che permettono di fare tazze individuali (con diversi gusti/tecniche se lo si desidera)! È anche possibile utilizzare una grande ciotola di vetro (non inclusa) all’interno per fare una grande partita, se si preferisce. E’ abbastanza semplice, senza plastica e davvero tutto ciò di cui avete bisogno.

Cuisinart Automatic Yogurt Maker – con raffreddamento automatico – devo ammettere che la mamma impegnata in me brama molto questo apparecchio. In realtà si raffredda dopo aver mantenuto la temperatura per il periodo di tempo selezionato. Questo aprirebbe la libertà di non programmare la produzione di yogurt intorno al vostro programma. Fantastico. Vorrei che il contenitore interno non fosse di plastica.

Metodo Crock Pot – In questo metodo si usa un crockpot per riscaldare il latte a 180°F e poi si spegne e si lascia raffreddare il latte per un paio d’ore fino a raggiungere i 115°F. Poi si aggiunge il fermentatore e si tiene il crockpot coperto con il coperchio per 5-10 ore.

Pro: Potreste già avere una crockpot, rendendo questa un’attività accessibile da provare

Contro: potrebbero essere necessarie fino a tre ore prima che il latte si raffreddi da 180° a 115°, durante le quali si aspetta, controllando periodicamente la temperatura e rischiando di contaminare il latte. Questo non è sicuramente il metodo più sicuro

Incubatore per il raffreddamento – Seguire le istruzioni sopra riportate per riscaldare e raffreddare il latte e poi aggiungere i fermenti. Per incubare il vostro latte coltivato, riempite prima l’interno di un refrigeratore con acqua calda per riscaldarlo. Togliere l’acqua, riservandone un po’. Controllare la temperatura dell’acqua riservata e puntare a 115°F. Versatela in diversi contenitori per riempire il dispenser. Mettete il latte coltivato a 115°F in un contenitore sigillato nel dispenser vicino agli altri contenitori di acqua calda e lasciatelo riposare intatto per 6-8 ore fino a quando non raggiunge la vostra acidità preferita.

Pro: Probabilmente avete già un refrigeratore, rendendo questa un’attività accessibile da provare. Potete incubare una grande quantità di yogurt se volete e questo è un incubatore molto efficace.

Contro: Il più grande svantaggio è probabilmente lo spazio, ma non è un grosso problema.

Metodo della Luce del Forno – Se non avete né un vaso di coccio né un produttore di yogurt, il forno potrebbe valere la pena di provare. Seguite le istruzioni di base di cui sopra e dopo aver raffreddato il latte e aggiunto la coltura mettetelo nel forno con la sola luce accesa per 5-10 ore.

Pro: Probabilmente avete già un forno, rendendo questa un’attività accessibile da provare

Contro: Poiché non sapete a quale temperatura la luce del forno mantiene il vostro yogurt, dovrete controllare di tanto in tanto. Ho trovato questo metodo per produrre risultati abbastanza incoerenti.

Il Metodo delle Coccole – Ci è stato detto da una buona autorità che ci possono essere persone che fanno lo yogurt usando solo il loro calore corporeo. Lo chiamano ‘yogurt da coccole’ perché dopo averlo inoculato, si porta il vaso a letto con sé e il proprio ‘compagno di coccole’ e si tiene il bambino al caldo per tutta la notte. Per quanto mi piaccia l’idea, lo scienziato che c’è in me è scettico su questo metodo, sapendo che lo yogurt vuole coltivare tra i 100-115° e che il corpo umano ha solo 98,6°. Forse la presenza del “compagno di coccole” è il segreto per far salire la temperatura, se capisci cosa intendo. Qualcuno del nostro team l’ha provato e ha ottenuto il latte coltivato (probabilmente solo dai batteri mesofili nella miscela) ma niente che lei chiamerebbe esattamente yogurt. Detto questo, se stavate già cercando una bella bottiglia d’acqua calda e una buona scusa per, uh…coccolarvi, perché non provarlo? Abbiamo deciso che c’è bisogno di più ricerca e siamo disposti a fare un tentativo, quindi rimanete sintonizzati. Per favore, tornate a riferire se lo provate!

Yogurt Maker Dedicato – Per quanto non mi piaccia lo spazio dedicato nella mia piccola cucina per gli elettrodomestici da cucina monouso, questo è il modo migliore per produrre yogurt in modo coerente, di volta in volta. Si consiglia di utilizzarne uno con barattoli di vetro (piuttosto che di plastica). Se davvero non sopporti l’idea di un apparecchio monouso, potrebbe valere la pena di dare un’occhiata alla pentola a pressione InstaPot 7 in 1 che tutti sembrano impazzire per la pentola a pressione e la macchina per lo yogurt. Non l’abbiamo ancora provata, ma sono spesso tentato.

Avete preparato lo yogurt a casa? Quali metodi di incubazione utilizzate? Cosa fate per ottenere la migliore consistenza e consistenza?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *