Idropulitrice: componenti e suggerimenti d’uso

Un’idropulitrice spinge l’acqua attraverso una piccola apertura per creare pressione e potere pulente. Questo processo è analogo a quello di mettere il dito sull’apertura di un tubo da giardino per aumentare la pressione.

Ma un’idropulitrice porta questo processo un po’ più lontano. Invece di usare i 40 libbre per pollice quadrato (psi) di un tubo da giardino standard, un’idropulitrice aumenta la pressione a più di 8000 psi.

La forza dietro quella pressione proviene da una pompa dell’acqua azionata da un motore alimentato a carburante, da un motore elettrico o da una pressione pneumatica (aria). Una volta avviata l’idropulitrice, l’acqua entra nella pompa e viene forzata attraverso un tubo ad alta pressione che porta ad una pistola a spruzzo. L’acqua in pressione esce attraverso un ugello metallico collegato alla pistola a spruzzo.

Componenti chiave

Pompa dell’acqua:

È il cuore di un’idropulitrice e genera il potere pulente delle macchine. Le pompe si basano su motori alimentati a carburante o elettrici.

Motori alimentati a carburante:

Generalmente la scelta per l’uso all’aperto, i motori a gas, diesel, cherosene e propano sono buone opzioni. Inoltre, le macchine alimentate da questi motori sono mobili perché non hanno bisogno di essere collegate ad una presa elettrica.

Motore elettrico:

Più compatti dei motori alimentati a carburante, questi motori non generano fumi e sono ideali per applicazioni in interni.

Unità di riscaldamento:

Questi componenti riscaldano tipicamente l’acqua fredda usando cherosene, diesel o olio combustibile. Ma poiché questi prodotti producono gas di scarico, il loro uso all’interno è limitato. Per uso interno, si consideri un’unità riscaldata elettricamente, a propano o a gas naturale.

Tubo flessibile ad alta pressione:

I tubi sono generalmente costruiti in gomma rinforzata con filo metallico, progettati per resistere a pressioni dell’acqua superiori a 125 volte la pressione di un normale tubo da giardino. I tubi progettati per le pressioni più elevate, hanno comunemente due strati di rinforzo a filo. I tubi flessibili sono ricoperti di gomma o termoplastica – optare per la gomma quando possibile. Alcuni tubi flessibili sono designati come “non-marcatura”, il che significa che se li trascini in giro per un impianto, non lasceranno segni su pavimenti, muri, ecc.

Ugelli:

Gli ugelli per rondelle a pressione sono tipicamente disponibili in vari modelli di getto.

> 0º produce il getto più sottile e il più alto impatto sulla più piccola area. Questo è l’ugello per i lavori più difficili.

> 15º crea un piccolo modello a ventaglio ed è ideale per lavori come la rimozione di vernice e vecchie finiture.

> 25º crea un disegno a ventaglio più ampio ed è progettato per il lavaggio e la pulizia dei detriti sul terreno.

> 40º genera la ventola più ampia ed è ideale per materiali delicati e per il risciacquo.

> Ugello a vapore progettato per l’erogazione di vapore umido ad alta temperatura.

Suggerimenti per l’utilizzo di un’idropulitrice

> Prendete in considerazione una soluzione di pulizia, che renderà più facile qualsiasi lavoro. 

> Lasciate che la gravità lavori per voi: Se state pulendo un muro o una recinzione, lavorate dall’alto verso il basso; per i garage o le passerelle, lavorate in discesa.

> Attenzione agli oggetti fragili, come gli infissi e il vetro. Un’idropulitrice può rompere questi oggetti.

> Controllare l’usura degli ugelli se la pressione inizia a scendere. Queste parti metalliche sono soggette a molta forza e si consumano nel tempo.

> Usare un’alimentazione d’acqua pulita per evitare che le particelle di sporco intasino l’ugello. Inoltre, considerare un filtro per ugelli.

Trovi tutte le informazioni dettagliate sui vari modelli di idropulitrici sul sito www.idropulitriceclick.com.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *