Lavorare in sicurezza con la smerigliatrice

Le smerigliatrici angolari manuali sono state a lungo ampiamente utilizzate nell’industria della lavorazione dei metalli e della saldatura; tuttavia, ora vengono utilizzate più frequentemente anche nell’industria meccanica, della carrozzeria, della muratura e della lavorazione della pietra per la rettifica, il taglio e la lucidatura. Questo uso esteso parla della versatilità delle smerigliatrici angolari, che possono ospitare una gamma di accessori, come mole da taglio e da sbavo con legante in resina; mole diamantate per il taglio e la smerigliatura di superfici; dischi abrasivi; dischi a lamelle; spazzole metalliche; abrasivi in tessuto non tessuto; e persino punte diamantate per carotaggio. Tuttavia, le applicazioni più comuni riguardano la rettifica e il taglio con mole con legante in resina.

Il vecchio adagio “gli incidenti possono accadere” si applica alla rettifica e al taglio proprio come alla maggior parte delle nostre attività quotidiane, sia che si tratti di scendere una rampa di scale o di guidare la nostra auto. Le pratiche di sicurezza che devono essere seguite per ridurre al minimo gli incidenti e massimizzare la sicurezza quando si usano smerigliatrici angolari e mole con legante in resina si applicano alle mole, alla smerigliatrice e all’operatore.

La ruota

Le mole con legante in resina più comuni sono il tipo 27 (a centro depresso) per la rettifica e il taglio e il tipo 1 (piatto) per il taglio. Sebbene queste mole siano robuste, non sono immuni alla rottura. Se una mola si rompe durante l’uso, i pezzi della mola potrebbero colpire e ferire voi o un collega. Per contribuire a ridurre al minimo questo rischio:

  1. Non macinare mai con una ruota progettata esclusivamente per il taglio. Una tale mola non è costruita per resistere alla pressione laterale esercitata durante la molatura.
  2. Prima di montare la mola sulla smerigliatrice, ispezionarla sempre visivamente per verificare la presenza di eventuali danni. In caso di dubbio, non utilizzarla.
  3. Non utilizzare una mola se presenta scalfitture, crepe o se è stata fatta cadere.
  4. Lasciate girare le ruote appena montate a pieno carico sulla smerigliatrice (con la protezione in posizione) per almeno un minuto prima di iniziare a macinare o tagliare.
  5. Non superare mai il numero di giri massimo indicato sulla ruota. Ad esempio, una mola da 4 pollici a 9.000 giri/min. non dovrebbe essere utilizzata su una smerigliatrice da 4 pollici con un numero di giri a vuoto di 10.000 giri (tipico per una smerigliatrice da 4 pollici). Molte persone hanno l’impressione che non si possa superare la velocità a vuoto. Ma non è così. Espandendosi su questo punto, una smerigliatrice 4-in. senza elettronica di stabilizzazione della velocità e una velocità a vuoto di 10.000 RPM avrà una velocità operativa di circa 6.500 RPM quando si mette la ruota sotto pressione contro il lavoro. Non è il 6.500 RPM che si applica; è il 10.000 RPM a vuoto che è fondamentale.
  6. La ruota deve essere fissata alla smerigliatrice con le flange di montaggio corrette. L’utilizzo di flange non corrette può causare sollecitazioni dannose alla ruota. Per lo stesso motivo, non serrare eccessivamente la flangia esterna di montaggio/dado di montaggio.
  7. Non forzare mai una ruota sulla smerigliatrice né modificare le dimensioni del foro di montaggio.
  8. Non smerigliare sul lato della ruota.
  9. Non incastrare mai la ruota nel lavoro.

La smerigliatrice

Per utilizzare il macinino in modo sicuro:

  1. Utilizzare sempre la protezione per le ruote correttamente posizionata. Non utilizzare mai la smerigliatrice senza protezione. La protezione deve essere regolata in modo che il minor numero di ruote sia esposto verso di voi. Molte smerigliatrici sono dotate di protezioni per le ruote che non necessitano di utensili per la regolazione, il che significa che le regolazioni in genere possono essere effettuate in modo rapido e semplice.
  2. Non utilizzare mai una smerigliatrice se il suo numero di giri a vuoto (RPM) è sconosciuto.
  3. Non utilizzare mai una mola più grande di quella per cui è stata progettata la smerigliatrice, ad es. una mola da 7 pollici di diametro su una smerigliatrice da 6 pollici.
  4. Non utilizzare la smerigliatrice senza un’impugnatura laterale. Utilizzare entrambe le mani. Non azionare mai la smerigliatrice con una sola mano; se la ruota si inceppa, sarebbe quasi impossibile mantenere il controllo della smerigliatrice, anche se fosse dotata di una frizione a slittamento.
  5. Posizionare il cavo di alimentazione lontano dal filatoio.
  6. Non posare mai la smerigliatrice fino a quando la ruota non si è completamente fermata. (Le smerigliatrici con freni elettrici o meccanici riducono al minimo il tempo di attesa).
  7. Accertarsi che l’interruttore accenda e spenga correttamente la smerigliatrice. In caso contrario, non utilizzare l’utensile fino a quando non sono state effettuate le necessarie riparazioni.
  8. Assicurarsi che la smerigliatrice sia scollegata prima di montare o rimuovere una ruota.
  9. Leggere il manuale di istruzioni fornito con la smerigliatrice prima dell’uso. (Purtroppo questo passo fondamentale viene spesso ignorato).

L’operatore

  1. Indossare guanti e occhiali di sicurezza o visiere protettive. Indossare, a seconda dei casi, una maschera antipolvere, una protezione per l’udito e un grembiule da officina in grado di fermare piccole particelle di abrasivo o di pezzi in lavorazione.
  2. Non indossare indumenti larghi o gioielli e tenere i capelli lontano dalle parti in movimento.
  3. Non esagerare. Mantenere sempre il giusto appoggio e l’equilibrio.
  4. Posizionarsi sul lato della smerigliatrice di fronte alla ruota e alla protezione della ruota.
  5. Assicuratevi che gli astanti siano a distanza di sicurezza dalla vostra area di lavoro.
  6. Mantenere sempre una presa salda sull’utensile e posizionare il corpo e le braccia per resistere alle forze di contraccolpo in caso di inceppamento della ruota.
  7. Fate attenzione a lavorare solo con accessori progettati per la smerigliatrice che state utilizzando.
  8. Non azionate mai la smerigliatrice mentre la portate al vostro fianco.
  9. Non esporre lo strumento alla pioggia o a condizioni di bagnato. L’acqua che entra in un utensile elettrico aumenta il rischio di scosse elettriche.
  10. Non abusare del cavo di alimentazione. Non utilizzare mai il cavo per trasportare, tirare o scollegare l’utensile elettrico.

Trovi altre informazioni sulle smerigliatrici sul sito www.smerigliatriceclick.com.

12 vantaggi di avere un diffusore di oli essenziali

Gli oli essenziali possiedono moltissime proprietà benefiche: per goderne appieno è utile diffonderli nell’ambiente attraverso un diffusore di oli essenziali. Se non ne possiedi uno puoi visitare il sito https://diffusoreoliessenzialiclick.com/ e scoprire quello più adatto alle tue esigenze. Vediamo quali sono tutti i benefici di avere un diffusore di oli essenziali in casa e quali oli essenziali utilizzare.

1. Dormire meglio

La privazione del sonno è uno dei problemi più gravi che la popolazione mondiale deve affrontare nella vita moderna. Dall’essere oberati di lavoro, alla cura dei bambini, ci sono infinite ragioni per cui non abbiamo abbastanza tempo per dormire e facciamo fatica a rimanere addormentati quando lo facciamo. Dormire abbastanza influisce su ogni aspetto della nostra vita quotidiana, e non riuscire a dormire abbastanza può influire su di noi mentalmente, fisicamente ed emotivamente.

Alcuni problemi comuni che nascono dal non riuscire a dormire abbastanza sono:

la diminuzione della concentrazione

Aumento dell’irritabilità

Difficoltà nell’esecuzione dei compiti

Caffeina e tossicodipendenza

Squilibri d’umore

E molti altri ancora!

La National Sleep Foundation raccomanda agli adulti (26-64 anni) di dormire 7-9 ore a notte. Il mancato raggiungimento di questa quota mette a serio rischio i sintomi sopra citati.

Fortunatamente, uno dei maggiori benefici dei diffusori di olio essenziale è la loro capacità di promuovere un buon sonno.

Ci sono molti oli essenziali terapeutici utilizzati per promuovere il buon sonno con un diffusore (in particolare lavanda, ylang ylang, maggiorana e camomilla) e molte miscele che possono aiutare la mente a rilassarsi alla fine della giornata e sostenere un sonno sano.

Anche il rilassante gocciolamento dei suoni dell’acqua e il rilassante ronzio di un diffusore ad ultrasuoni per l’olio sul comodino possono aiutare ad addormentarsi. Ci sono anche diffusori dell’olio con il rumore bianco incorporato per aumentare questo effetto calmante.

La nostra miscela per il sonno suggerita: lavanda, maggiorana dolce, bergamotto e ylang ylang con una piccola quantità di radice di valeriana

2. Stress e riduzione dell’ansia

Lo stress e l’ansia sono vissuti dalla maggior parte delle persone di tanto in tanto, ma una volta che iniziano a influenzare la vostra vita quotidiana può essere il momento di cercare aiuto.

Lo stress e l’ansia possono presentarsi con sintomi sia fisici che mentali, come ad esempio:

  • Dolori di stomaco
  • Tensione muscolare
  • Mal di testa
  • Cambiamento di appetito
  • Panico o nervosismo
  • Difficoltà di concentrazione
  • Rabbia irrazionale

Le persone che soffrono di stress e ansia a lungo termine sono a più alto rischio di sviluppare gravi condizioni di salute come le malattie cardiache e l’ipertensione arteriosa. Queste sono ragioni molto importanti per iniziare a ridurre al più presto possibile lo stress o l’ansia nella vostra vita.

I diffusori di olio essenziale sono un ottimo modo per ridurre e persino prevenire lo stress e l’ansia nella vostra vita. Gli oli essenziali hanno un effetto diretto sulle parti del cervello che controllano l’ansia e lo stress, e l’esposizione diminuisce la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna permettendo ad una persona di rilassarsi.

Non sorprende che gli oli essenziali per lo stress e l’ansia siano molto simili a quelli consigliati per il sonno, ma alcune aggiunte degne di nota sono la rosa, il vetiver e la cannella.

La nostra miscela terapeutica suggerita per lo stress: camomilla romana, lavanda e vetiver con il vostro agrume preferito in un olio di supporto per uso topico, o senza per diffusione. 

3. Rilassamento del corpo e della mente

L’uso di oli essenziali per rilassare la mente e il corpo è un ottimo modo per ridurre lo stress e l’ansia e migliorare il sonno! Tuttavia ci sono molti altri benefici per la salute per una mente e un corpo rilassati, tra cui:

Minor rischio di ammalarsi

Funzione cognitiva potenziata

Rischio di ictus ridotto

Umore equilibrato

Processo decisionale più chiaro

Facilita l’acne

Aumento del desiderio sessuale

Riduzione della pressione sanguigna

Riduzione del dolore

Gli oli essenziali offrono una grande opzione non invasiva per rilassare la mente, ridurre l’infiammazione e aumentare la circolazione sanguigna. Questi oli offrono sollievo dallo stress e possono anche lenire i dolori muscolari e offrire un po’ di sollievo dal dolore cronico, incoraggiando il riposo, la guarigione e la calma.

I 5 oli che offrono il sollievo più efficace sono la lavanda, il pepe nero, l’arnica, l’elicriso e l’olio di menta piperita. Tutti sono noti per produrre un effetto terapeutico sulla mente e sul corpo. 

La nostra miscela per il rilassamento del corpo suggerita: una quantità equilibrata di lavanda, pepe nero, arnica, elicriso e olio di menta piperita

4. Gli oli essenziali rafforzano il sistema immunitario

Il sistema immunitario è la rete di cellule, tessuti e organi che, lavorando insieme, sono il sistema di difesa naturale del vostro corpo contro batteri, virus, parassiti e funghi. Una rottura di questo sistema è ciò che ci fa ammalare, contrarre malattie e avere reazioni allergiche. Un sistema immunitario sano è la chiave per una vita sana!

L’utilizzo di un diffusore di olio essenziale con miscele del sistema immunitario può potenziare il sistema immunitario per evitare di ammalarsi. Sono tempi particolarmente importanti per rafforzare il sistema immunitario:

Durante il viaggio

Quando si ha contatto con le persone (in particolare con i bambini)

In tempi di forte stress

Durante il freddo

I diffusori di olio essenziale sostengono il sistema immunitario riducendo lo stress, calmando il sistema nervoso, migliorando l’immunità e rafforzando il sistema respiratorio. Gli oli essenziali che rafforzano l’immunità sono Tea Tree Oil, Incenso, Eucalipto, Pino silvestre, Elicriso e Rosmarino.

La nostra miscela di immunità suggerita: cannella, rosmarino, limone ed eucalipto o olio dell’albero del tè. 

5. Aiuta nella gestione del peso

Gli oli essenziali non sono una cura miracolosa per la perdita di peso. Tuttavia possono certamente aiutare nella gestione del peso aumentando il metabolismo attraverso l’equilibrio dell’umore, il controllo dei livelli di zucchero nel sangue, il miglioramento della digestione e il contenimento dell’appetito, soprattutto se abbinati a un regolare esercizio fisico e a una dieta sana. I 3 oli essenziali principali per la perdita di peso sono Pompelmo, Cannella e Zenzero.

In alternativa, alcuni possono ricorrere agli oli essenziali per stimolare l’appetito. Questo può essere particolarmente utile per gli anziani o le persone che assumono determinati farmaci che possono causare nausea o altri sintomi di perdita di appetito.

Gli oli essenziali consigliati per stimolare l’appetito sono la menta piperita, gli oli di agrumi (evitando il pompelmo) e l’origano. Ricordate, se si utilizza un diffusore è possibile utilizzare oli concentrati, ma per uso topico si desidera un olio vettore. Non consigliamo mai l’ingestione di oli essenziali, anche se ce ne sono alcuni in commercio. La nostra miscela di perdita di peso suggerita: gelsomino e pompelmo

6. Respinge gli insetti

I diffusori di olio essenziale possono essere utilizzati per respingere naturalmente molti tipi di insetti. Se da un lato le zanzare, le zecche e gli insetti esterni sono un fastidio, dall’altro possono anche essere portatori di malattie dannose.

Un metodo naturale e sicuro per respingere gli insetti dalla vostra casa può essere l’ideale per proteggere voi e la vostra famiglia. Diversi oli essenziali funzionano per diversi insetti, quindi il vostro fastidio personale potrebbe richiedere qualche ricerca in più, ma questi sono gli oli suggeriti per respingere alcuni insetti comuni. Ricordate, usate sempre un olio vettore per uso topico!

Zanzare – citronella, menta piperita, citronella

Pulci – legno di cedro, citronella, pino

Zecche – geranio rosa, ginepro, pompelmo

7. Elimina l’odore

La diffusione di oli essenziali può aiutare ad eliminare gli odori domestici puzzolenti, fumosi e ammuffiti. Gli oli aromatici possono uccidere i batteri e i funghi che vengono con cattivi odori, purificando così l’aria.

Il fumo di tabacco è uno degli odori più difficili da eliminare in quanto permea tutto ciò che si trova in una stanza, anche quando è ventilato. Gli oli migliori per eliminare il tabacco sono i migliori:

Eucalipto

Patchouli

Citronella

Gli odori di muffa causati da muffa e muffa non solo sono disgustosi, ma possono essere dannosi per il sistema respiratorio e causare una serie di problemi di salute. I migliori oli essenziali antimicotici per combattere la muffa sono naturalmente i migliori:

Limone

Pompelmo

Chiodo di garofano

Gli odori della cucina sono spesso ottimi mentre si cucina, ma i profumi persistenti in tutta la casa sono spesso indesiderati. Per eliminare gli odori della cucina provate:

Citronella

Verbana

Vaniglia

8. Migliora la salute respiratoria

Sulla stessa linea di purificazione dell’aria, i diffusori di olio essenziale possono essere utilizzati per migliorare la salute delle vie respiratorie. Un livello ridotto di funzione respiratoria può avere effetti negativi su molte funzioni vitali del vostro corpo, e se usati insieme al trattamento del vostro fornitore di assistenza sanitaria, gli oli essenziali possono notevolmente alleviare, guarire e proteggere contro i problemi respiratori.

Gli oli essenziali antibatterici includono:

Palo Santo

Limone

Eucalipto

Albero del tè

Gli oli essenziali antispasmodici includono:

Camomilla

Bergamotto

Basilico

Rosmarino

Salvia sclarea

Gli oli essenziali espettoranti includono:

Abete

Incenso

Ravensara

Pino

La nostra miscela curativa polmonare suggerita: eucalipto, ravensara, betulla, menta piperita, limone

9. Aumenta l’energia

A volte, anche quando facciamo del nostro meglio, non riusciamo a dormire abbastanza. O altre volte lo facciamo, ma i livelli di energia non ci sono. Gli oli essenziali possono essere usati per aumentare la vitalità e ridurre la fatica, aumentando la vostra energia come se aveste bevuto un’altra tazza di caffè. Ci sono così tanti oli che possono essere usati per aumentare i livelli di energia, e noi suggeriamo di giocare con quante più miscele possibili per trovarne una che funzioni meglio per voi.

I migliori oli essenziali per aumentare l’energia sono:

Arancione

Calce

Pompelmo

Menta piperita

Eucalipto

Rosmarino

Timo

Basilico

Citronella

Cannella

Ginger

Pepe nero

La nostra miscela suggerita: mescola e abbina e divertiti!

10. Aumenta la memoria e la concentrazione

Sia che siate un professionista con un carico di lavoro intenso, uno studente che studia per gli esami, o che stiate semplicemente lavorando su una lunga lista di cose da fare, un aumento della memoria e della concentrazione può essere di grande beneficio.

L’olio essenziale per la memoria e la concentrazione è noto da tempo per essere il rosmarino.

Altri grandi oli essenziali per la memoria e la concentrazione sono la menta piperita, la lavanda, il basilico e la salvia.

La nostra miscela suggerita per il vostro diffusore: basilico, rosmarino e cipresso

11. Calma le emozioni

Vivere in uno stato emotivo equilibrato può essere la chiave per una vita migliore. Spesso permettiamo alle nostre emozioni di sopraffarci, o di escluderle completamente. Entrambe le cose si traducono in uno squilibrio malsano che può effettivamente manifestarsi come dolore fisico.

La soluzione per raggiungere l’equilibrio è accettare le emozioni che ci vengono incontro, identificarle, lasciarsi andare e andare avanti. L’uso di oli essenziali con un diffusore può aiutarci molto in questo processo, favorendo la nostra capacità di essere presenti, incoraggiando una visione positiva e riducendo l’impatto delle emozioni negative.

Gli oli comuni che ci aiutano a calmare le nostre emozioni sono il bergamotto, l’incenso, la valeriana, il patchouli, il legno di sandalo, la rosa e ce ne sono molti altri.

La nostra miscela per la gestione della rabbia suggerita: bergamotto, patchouli e vetiver

12. Alleviare il dolore

Il dolore può essere debilitante sia fisicamente che mentalmente, poiché la nostra mente è offuscata e distratta dall’assalto ai nostri sensi fisici. Gli oli essenziali sono un rimedio alternativo di vecchia data per alleviare il dolore senza gli scomodi effetti collaterali dei farmaci.

Possono essere molto efficaci perché gli oli bypassano l’apparato digerente per essere assorbiti direttamente nel flusso sanguigno dopo l’inalazione di vapori d’acqua da un diffusore. 

Oli essenziali consigliati per:

mal di schiena – zenzero, garofano, lavanda

dolore al collo e alle spalle – incenso, lavanda, camomilla

dolore ai nervi – eucalipto

dolori alle articolazioni – gaulteria, rosmarino, zenzero, incenso

dolore ai reni – timo

dolore alle ossa – incenso, incenso, verde inverno, eucalipto

Utilizzare questi oli insieme agli oli consigliati per lo stress e l’ansia per il massimo sollievo dal dolore dal vostro diffusore. 

Vantaggio bonus: alternativa più sicura alle candele e all’incenso

Non solo si possono utilizzare i diffusori di olio essenziale per la salute fisica e mentale, ma migliorano anche l’ambiente, fornendo un’alternativa sicura alle candele e all’incenso!

I diffusori sono disponibili in tutte le forme, dimensioni, colori, luci e suoni diversi, potete trovarne uno adatto a qualsiasi arredamento della stanza e sapere che la vostra casa, i bambini e gli animali domestici sono al sicuro dalle fiamme libere. 

Come utilizzare una sega circolare in modo sicuro

È statisticamente dimostrato che con l’utilizzo della sega circolare si verificano lesioni più gravi e debilitanti rispetto a qualsiasi altra macchina per la lavorazione del legno. La pericolosità della motosega è forse equiparabile solo a quella della motosega, altro attrezzo molto utile ma al tempo stesso molto pericoloso se non saputo utilizzare nella maniera corretta. Come è possibile utilizzare una sega circolare in modo completamente sicuro? Vediamo qui di seguito tutti i consigli da mettere in pratica.

Attrezzatura di sicurezza

Innanzitutto, ogni volta che si utilizza un qualsiasi utensile elettrico, indossare sempre un equipaggiamento di sicurezza adeguato, compresi occhiali di sicurezza, protezioni per l’udito e abbigliamento adeguato. In questo modo è possibile ridurre notevolmente alcune delle più comuni lesioni da sega circolare.

Profondità di taglio

Quando ci si prepara a fare un taglio, impostare la profondità di taglio in modo che la lama non sia più di mezzo cm sotto il bordo inferiore della tavola da tagliare. Non ha molto senso avere 5 cm di lama esposta sotto un taglio su un foglio di compensato spesso 1 cm. In questo modo l’angolo della lama mentre taglia il legno lascerà un taglio più pulito. 

Protezioni della lama

La protezione della lama della sega circolare può sembrare a volte un fastidio, soprattutto perché può rimanere impigliata e non ritrarsi correttamente quando si tagliano materiali sottili. Se è necessario ritrarre manualmente la protezione della lama per permettere alla sega di muoversi in avanti, usare la mano sinistra per raggiungere e afferrare la protezione della lama e sollevare l’impugnatura per permettere alla sega di muoversi in avanti. Non usare nulla per appoggiare il paralama in posizione aperta, in quanto questo lascia la lama esposta.

Lame di sega

Che si tratti di una normale sega circolare o di una mini sega circolare, quando la usate tenete le lame ben affilate. Una lama spuntata può impigliarsi facilmente.

Come tagliare in sicurezza

La maggior parte delle seghe circolari ad azionamento diretto hanno la lama montata sul lato destro del motore della sega, quindi un operatore destrorso deve sporgersi sopra la sega per poter vedere la linea di taglio.

Su una sega a motore a vite, la lama è montata prevalentemente sul lato sinistro del corpo della sega, il che può rendere più facile la visibilità della lama in quanto impegna la linea di taglio per un operatore destrorso. Ognuno di questi scenari è invertito per un operatore mancino.

Prima di iniziare a tagliare, posizionare la tavola o il foglio da tagliare su una superficie stabile in modo tale che l’oggetto da tagliare sia sicuro e che la parte da tagliare non si leghi mentre il taglio procede. 

Taglio a mano libera: Le seghe circolari sono leggere e possono tagliare rapidamente e facilmente più di un semplice legno. Per questo motivo, ho visto molti operai edili che cercavano di usare una sega circolare per tagliare un asse tenendo l’asse in mano invece di sostenere l’asse su un supporto. Questo è estremamente pericoloso perché se il taglio si lega, la sega può essere spinta in una direzione (con una lama che gira a vista) e la tavola che viene tagliata può essere lanciata in un’altra direzione, che può colpire l’operatore o qualsiasi altra persona.

Inoltre, non utilizzare la sega circolare per un uso per la quale non è destinata. Ad esempio, se è necessario effettuare un taglio in un perno a muro installato o in una trave, l’utilizzo di una sega alternativa può richiedere un po’ più di tempo rispetto all’utilizzo di una sega circolare, ma è molto più sicuro. L’uso dei vostri strumenti nei metodi a cui sono destinati terrà voi e coloro che vi circondano molto più sicuri sul posto di lavoro o nella vostra falegnameria.

Yogurt fatto in casa: ecco cosa sbagli!

Uno dei migliori regali di compleanno che abbia mai ricevuto è stata una yogurtiera! Faccio yogurt con la yogurtiera diverse volte al mese ormai da diversi anni e ho imparato molto. 

I migliori consigli per non sbagliare

Questo è il metodo che uso per fare lo yogurt cremoso e denso, compreso il segreto poco conosciuto per la migliore consistenza:

  • Riscaldare il latte vaccino a 180° Fahrenheit.
  • Tenere il latte a 180° per 30 minuti. Lo faccio mantenendo il latte in un forno preriscaldato a 180° F. Questo è il passo più importante per creare la consistenza cremosa e la consistenza che la maggior parte delle persone vuole dallo yogurt. È anche il trucco che nessuno sembra conoscere!
  • Schiumate la “pelle” dalla superficie del latte. Tecnicamente, questo passaggio è facoltativo, ma ad alcune persone non piace la consistenza che crea.
  • Raffreddare rapidamente il latte a 115°F. Uso un bagno di ghiaccio e mescolo fino a quando la temperatura scende.
  • Mescolare nella cultura di avviamento. Utilizzare la quantità consigliata sulla confezione di coltura che avete acquistato o utilizzare 2 cucchiai di yogurt a coltura viva come Fage (utilizzare un lotto fresco e non aperto). La nostra cultura confezionata preferita è questa cultura bulgara dello yogurt.
  • Mantenere la temperatura tra i 100° e i 115° per 5-10 ore. (Vedere le note qui sotto sui trucchi di incubazione).

È possibile testare lo yogurt in qualsiasi momento assaggiandolo. Dovrebbe avere la consistenza della panna cotta, mostrando una bella separazione quando ci si immerge dentro con un cucchiaio. Mettere in frigorifero.

La ricetta qui sopra darà una bella consistenza densa (grazie alla tenuta a 180° per 30 minuti). Tuttavia, se vi piace il vostro yogurt ancora più denso, potete filtrarlo ulteriormente per renderlo ancora più denso come lo yogurt greco di classe.

Yogurt alla greca

Seguire le istruzioni di cui sopra.

Raccogliete con cura lo yogurt in uno scolapasta rivestito di mussola al burro, cercando di non rompere troppo la cagliata.

Lasciate scolare la cagliata su un piatto fino a raggiungere la consistenza che preferite

Il liquido acquoso che drena è il siero di latte, per il quale esistono molti usi. Guardate un po’ qui.

Il bello dello yogurt fatto in casa è che è la sua cultura di partenza. Appena lo yogurt è fatto, potete usare un paio di cucchiai da parte per farne un’altra partita. Io preferisco toglierli subito dal vasetto fresco e conservarli in un contenitore separato con la scritta “Yogurt Starter – Non mangiare! Se non li togliete dall’inizio, correte il rischio che la partita di yogurt sia contaminata da persone che intingono i cucchiai nel tempo.

Suggerimenti per l’incubazione dello yogurt fatto in casa

Ci sono molti metodi diversi per l’incubazione del latte coltivato e nessuno è sbagliato fintanto che funziona per voi. L’obiettivo è quello di mantenere una temperatura costante tra i 110°-115°F. Di seguito sono riportate alcune tecniche che ho sentito provare negli anni con risultati contrastanti. Le ho elencate in ordine di massima affidabilità.

Yogurt Maker – Odio dirlo ma questa è una di quelle cose che se hai intenzione di fare lo yogurt abbastanza regolarmente dovresti semplicemente comprare. Io ne uso uno molto economico che mi ha reso incredibilmente felice nel corso degli anni. Qui sotto ce ne sono alcuni che sembrano delle ottime opzioni basate su recensioni e materiali. Non ne ho provato nessuno personalmente e potrei ricevere una commissione se si acquista qualcosa da questo link (una ragazza deve pagare le bollette)

Euro Cuisine Yogurt Maker – Questa semplice macchina contiene 7 contenitori di classe che permettono di fare tazze individuali (con diversi gusti/tecniche se lo si desidera)! È anche possibile utilizzare una grande ciotola di vetro (non inclusa) all’interno per fare una grande partita, se si preferisce. E’ abbastanza semplice, senza plastica e davvero tutto ciò di cui avete bisogno.

Cuisinart Automatic Yogurt Maker – con raffreddamento automatico – devo ammettere che la mamma impegnata in me brama molto questo apparecchio. In realtà si raffredda dopo aver mantenuto la temperatura per il periodo di tempo selezionato. Questo aprirebbe la libertà di non programmare la produzione di yogurt intorno al vostro programma. Fantastico. Vorrei che il contenitore interno non fosse di plastica.

Metodo Crock Pot – In questo metodo si usa un crockpot per riscaldare il latte a 180°F e poi si spegne e si lascia raffreddare il latte per un paio d’ore fino a raggiungere i 115°F. Poi si aggiunge il fermentatore e si tiene il crockpot coperto con il coperchio per 5-10 ore.

Pro: Potreste già avere una crockpot, rendendo questa un’attività accessibile da provare

Contro: potrebbero essere necessarie fino a tre ore prima che il latte si raffreddi da 180° a 115°, durante le quali si aspetta, controllando periodicamente la temperatura e rischiando di contaminare il latte. Questo non è sicuramente il metodo più sicuro

Incubatore per il raffreddamento – Seguire le istruzioni sopra riportate per riscaldare e raffreddare il latte e poi aggiungere i fermenti. Per incubare il vostro latte coltivato, riempite prima l’interno di un refrigeratore con acqua calda per riscaldarlo. Togliere l’acqua, riservandone un po’. Controllare la temperatura dell’acqua riservata e puntare a 115°F. Versatela in diversi contenitori per riempire il dispenser. Mettete il latte coltivato a 115°F in un contenitore sigillato nel dispenser vicino agli altri contenitori di acqua calda e lasciatelo riposare intatto per 6-8 ore fino a quando non raggiunge la vostra acidità preferita.

Pro: Probabilmente avete già un refrigeratore, rendendo questa un’attività accessibile da provare. Potete incubare una grande quantità di yogurt se volete e questo è un incubatore molto efficace.

Contro: Il più grande svantaggio è probabilmente lo spazio, ma non è un grosso problema.

Metodo della Luce del Forno – Se non avete né un vaso di coccio né un produttore di yogurt, il forno potrebbe valere la pena di provare. Seguite le istruzioni di base di cui sopra e dopo aver raffreddato il latte e aggiunto la coltura mettetelo nel forno con la sola luce accesa per 5-10 ore.

Pro: Probabilmente avete già un forno, rendendo questa un’attività accessibile da provare

Contro: Poiché non sapete a quale temperatura la luce del forno mantiene il vostro yogurt, dovrete controllare di tanto in tanto. Ho trovato questo metodo per produrre risultati abbastanza incoerenti.

Il Metodo delle Coccole – Ci è stato detto da una buona autorità che ci possono essere persone che fanno lo yogurt usando solo il loro calore corporeo. Lo chiamano ‘yogurt da coccole’ perché dopo averlo inoculato, si porta il vaso a letto con sé e il proprio ‘compagno di coccole’ e si tiene il bambino al caldo per tutta la notte. Per quanto mi piaccia l’idea, lo scienziato che c’è in me è scettico su questo metodo, sapendo che lo yogurt vuole coltivare tra i 100-115° e che il corpo umano ha solo 98,6°. Forse la presenza del “compagno di coccole” è il segreto per far salire la temperatura, se capisci cosa intendo. Qualcuno del nostro team l’ha provato e ha ottenuto il latte coltivato (probabilmente solo dai batteri mesofili nella miscela) ma niente che lei chiamerebbe esattamente yogurt. Detto questo, se stavate già cercando una bella bottiglia d’acqua calda e una buona scusa per, uh…coccolarvi, perché non provarlo? Abbiamo deciso che c’è bisogno di più ricerca e siamo disposti a fare un tentativo, quindi rimanete sintonizzati. Per favore, tornate a riferire se lo provate!

Yogurt Maker Dedicato – Per quanto non mi piaccia lo spazio dedicato nella mia piccola cucina per gli elettrodomestici da cucina monouso, questo è il modo migliore per produrre yogurt in modo coerente, di volta in volta. Si consiglia di utilizzarne uno con barattoli di vetro (piuttosto che di plastica). Se davvero non sopporti l’idea di un apparecchio monouso, potrebbe valere la pena di dare un’occhiata alla pentola a pressione InstaPot 7 in 1 che tutti sembrano impazzire per la pentola a pressione e la macchina per lo yogurt. Non l’abbiamo ancora provata, ma sono spesso tentato.

Avete preparato lo yogurt a casa? Quali metodi di incubazione utilizzate? Cosa fate per ottenere la migliore consistenza e consistenza?

Utilizzo di un termometro timpanico

Il termometro ad infrarossi è molto utilizzato per adulti e bambini oltre i 2 anni. Ecco come si utilizza:

Tirare delicatamente indietro la parte superiore dell’orecchio per aprire il canale uditivo.

Posizionare il coperchio di protezione sulla punta del termometro.

Inserire delicatamente il termometro fino a quando il canale auricolare è completamente sigillato.

Premere e tenere premuto il pulsante per 1-2 secondi fino a quando non si sente un bip (seguire le istruzioni del produttore).

Rimuovere il termometro, gettare il coperchio e registrare la temperatura e il tempo.

Uso di un termometro per arterie temporali

Accendere il termometro.

Posizionare il cappuccio di protezione sul termometro.

Spazzare delicatamente il termometro sulla fronte in modo che lo scanner a infrarossi possa misurare la temperatura dell’arteria temporale.

Registrare la temperatura e il tempo.

Rimuovere il coperchio di protezione e smaltirlo.

Nota: alcuni termometri più recenti per la fronte non richiedono coperture perché il termometro non deve toccare la fronte. Questi prodotti sono posizionati vicino alla fronte e sono in grado di effettuare una lettura.

Con quale frequenza devo prendere la mia temperatura?

Se vi sentite male o se il vostro bambino sembra malato, è probabile che raggiungerete il vostro termometro. Spesso una delle prime domande che un operatore sanitario pone è se avete preso la temperatura della persona che si è ammalata. Potete decidere di prendere dei farmaci per ridurre la febbre. Se lo fate, di solito c’è un periodo di tempo sulle istruzioni per sapere quando è sicuro prendere di nuovo il farmaco. Prima di prendere un’altra dose, controllate la vostra temperatura o quella del vostro bambino per vedere se la medicina è davvero necessaria.

Tuttavia, se la prima temperatura è molto alta, potreste decidere di ricontrollare la temperatura con un programma più regolare, magari una o due volte all’ora. Potreste decidere di ricontrollare la temperatura quando la medicina non sembra funzionare, ad esempio quando la malattia non sta migliorando e avete ancora dei sintomi. Il vostro operatore sanitario potrebbe consigliarvi degli orari per misurare la vostra temperatura, come la mattina e la sera. Dovreste tenere un registro di queste temperature per poterle riportare.

Come devo pulire e conservare il mio termometro?

È una buona idea conservare le istruzioni che accompagnano il termometro, in modo da poterle consultare per domande come questa. Pulire qualsiasi termometro prima e dopo l’uso. È possibile utilizzare acqua e sapone o alcool per pulire le punte dei termometri digitali. Si consiglia di sciacquare successivamente con acqua tiepida.

Se si utilizza un termometro come termometro rettale, assicurarsi di pulirlo accuratamente ed etichettarlo. Conservatelo in modo da poter riconoscere immediatamente che si tratta del termometro rettale e non del termometro orale o ascellare.

Controllare le indicazioni, ma le punte delle orecchie e della fronte possono essere strofinate con alcol. La parte inferiore, le maniglie, possono essere pulite con disinfettanti più resistenti. Tuttavia, assicurarsi di utilizzare acqua per pulire il disinfettante in modo che non danneggi il manico o le mani.

Se il vostro termometro viene fornito con una custodia per proteggerlo, conservate il termometro nella custodia.

Conservate il vostro termometro (o i termometri) in un luogo asciutto, facile da trovare e non esposto a drastici cambiamenti di temperatura.

Quando devo chiamare il mio operatore sanitario?

Se avete domande su come prendere una temperatura, chiamate il vostro operatore sanitario. Può darvi consigli su quale sia il tipo di termometro migliore per la vostra famiglia e sul modo migliore per misurare la vostra temperatura o quella del vostro bambino. Questo è un buon momento per chiedere cose come quanto spesso si dovrebbe ricontrollare la temperatura o se si dovrebbe fare qualcosa per cercare di ridurre la febbre.

Chiamate subito il vostro operatore sanitario se qualcuno nella vostra famiglia ha la febbre e una delle seguenti cose:

Forte mal di testa.

Collo rigido.

Gonfiore della gola.

Confusione.

Qualsiasi cambiamento che vi preoccupa.

Ricordate, voi e il vostro operatore sanitario agite insieme per mantenere voi e i vostri familiari in buona salute. Saranno lieti di rispondere alle domande su quali termometri sono i migliori, come dovrebbero essere usati e quali numeri sono importanti per tenere traccia. Anche se la febbre può essere spaventosa, sta anche cercando di dirvi qualcosa. Il vostro fornitore è il vostro partner nel sapere cosa viene detto e come rispondere.

Idropulitrice: componenti e suggerimenti d’uso

Un’idropulitrice spinge l’acqua attraverso una piccola apertura per creare pressione e potere pulente. Questo processo è analogo a quello di mettere il dito sull’apertura di un tubo da giardino per aumentare la pressione.

Ma un’idropulitrice porta questo processo un po’ più lontano. Invece di usare i 40 libbre per pollice quadrato (psi) di un tubo da giardino standard, un’idropulitrice aumenta la pressione a più di 8000 psi.

La forza dietro quella pressione proviene da una pompa dell’acqua azionata da un motore alimentato a carburante, da un motore elettrico o da una pressione pneumatica (aria). Una volta avviata l’idropulitrice, l’acqua entra nella pompa e viene forzata attraverso un tubo ad alta pressione che porta ad una pistola a spruzzo. L’acqua in pressione esce attraverso un ugello metallico collegato alla pistola a spruzzo.

Componenti chiave

Pompa dell’acqua:

È il cuore di un’idropulitrice e genera il potere pulente delle macchine. Le pompe si basano su motori alimentati a carburante o elettrici.

Motori alimentati a carburante:

Generalmente la scelta per l’uso all’aperto, i motori a gas, diesel, cherosene e propano sono buone opzioni. Inoltre, le macchine alimentate da questi motori sono mobili perché non hanno bisogno di essere collegate ad una presa elettrica.

Motore elettrico:

Più compatti dei motori alimentati a carburante, questi motori non generano fumi e sono ideali per applicazioni in interni.

Unità di riscaldamento:

Questi componenti riscaldano tipicamente l’acqua fredda usando cherosene, diesel o olio combustibile. Ma poiché questi prodotti producono gas di scarico, il loro uso all’interno è limitato. Per uso interno, si consideri un’unità riscaldata elettricamente, a propano o a gas naturale.

Tubo flessibile ad alta pressione:

I tubi sono generalmente costruiti in gomma rinforzata con filo metallico, progettati per resistere a pressioni dell’acqua superiori a 125 volte la pressione di un normale tubo da giardino. I tubi progettati per le pressioni più elevate, hanno comunemente due strati di rinforzo a filo. I tubi flessibili sono ricoperti di gomma o termoplastica – optare per la gomma quando possibile. Alcuni tubi flessibili sono designati come “non-marcatura”, il che significa che se li trascini in giro per un impianto, non lasceranno segni su pavimenti, muri, ecc.

Ugelli:

Gli ugelli per rondelle a pressione sono tipicamente disponibili in vari modelli di getto.

> 0º produce il getto più sottile e il più alto impatto sulla più piccola area. Questo è l’ugello per i lavori più difficili.

> 15º crea un piccolo modello a ventaglio ed è ideale per lavori come la rimozione di vernice e vecchie finiture.

> 25º crea un disegno a ventaglio più ampio ed è progettato per il lavaggio e la pulizia dei detriti sul terreno.

> 40º genera la ventola più ampia ed è ideale per materiali delicati e per il risciacquo.

> Ugello a vapore progettato per l’erogazione di vapore umido ad alta temperatura.

Suggerimenti per l’utilizzo di un’idropulitrice

> Prendete in considerazione una soluzione di pulizia, che renderà più facile qualsiasi lavoro. 

> Lasciate che la gravità lavori per voi: Se state pulendo un muro o una recinzione, lavorate dall’alto verso il basso; per i garage o le passerelle, lavorate in discesa.

> Attenzione agli oggetti fragili, come gli infissi e il vetro. Un’idropulitrice può rompere questi oggetti.

> Controllare l’usura degli ugelli se la pressione inizia a scendere. Queste parti metalliche sono soggette a molta forza e si consumano nel tempo.

> Usare un’alimentazione d’acqua pulita per evitare che le particelle di sporco intasino l’ugello. Inoltre, considerare un filtro per ugelli.

Trovi tutte le informazioni dettagliate sui vari modelli di idropulitrici sul sito www.idropulitriceclick.com.

Guida all’acquisto della bistecchiera

Ci sono un sacco di nuovi design di griglie là fuori che faranno pensare due volte a usare una griglia tradizionale. Inoltre, ci sono anche molte cose diverse da considerare quando si sceglie una griglia per soddisfare le proprie esigenze. Per aiutarvi a determinare quale stile di griglia funzionerà meglio per voi, è necessario conoscere i diversi tipi e alcune delle caratteristiche che offrono. Questo articolo vi dirà come usarlo correttamente e quali sono. Puoi anche consultare le guide complete che trovi sul sito https://bistecchieraelettricaclick.com/.

Tipologie di bistecchiera

Il primo tipo di griglia è una specie di griglia conica. Questi hanno un’apertura circolare o “coning” che si trova al centro della griglia e ha una ciotola poco profonda per il cibo da cucinare. Ci sono anche alcune griglie che avranno dei lati, ma ce ne sono molte che non ce l’hanno. Queste griglie laterali sono utilizzate per evitare che il cibo si schizzi sulla superficie di cottura e sono efficaci nel farlo. Tuttavia, può essere difficile da pulire dopo aver usato una di queste griglie.

Il secondo tipo di griglia è una griglia da rosticceria. Si usano per cuocere le carni in lotti. Ciò che è grande di questa griglia è che vi permetterà di controllare la quantità di calore che si desidera, che può essere molto conveniente per coloro che amano cucinare piccole quantità di cibo alla volta. Questo tipo di griglia vi darà la possibilità di lasciarla in basso per le carni più deliziose o di alzare la temperatura a livelli più alti per cucinare i vostri oggetti più grandi.

Un altro tipo di griglia è una griglia a gas. Una griglia a gas vi permetterà di cucinare cibi che richiedono temperature elevate e può facilmente bruciare i cibi che cucinate, tra cui carne e verdure. Può anche produrre molto fumo, che può essere malsano per chi è sensibile a queste cose.

Come scegliere la bistecchiera

Sapere che cosa è importante per aiutarvi a sapere come usarlo correttamente. La prima cosa da sapere è che ci sono alcune diverse dimensioni di queste griglie tra cui è possibile scegliere.

Si può scegliere tra i modelli a bruciatore singolo e quelli a più bruciatori. Ci sono anche modelli portatili che potete posizionare sul vostro bancone o sul vostro tavolo. Il punto qui è che ci sono molti stili disponibili e si dovrebbe essere in grado di trovare qualcosa che si adatta alle vostre esigenze.

Dovrete scegliere tra griglie in alluminio e ghisa. L’alluminio è il più economico, ma può anche essere un po’ fragile. La ghisa può costare di più ma possono durare più a lungo e avere un aspetto migliore, soprattutto se ne scegliete una che ha un design in ferro battuto. Ci sono una serie di stili di entrambe le griglie e si dovrebbe scegliere quello che si abbina alla vostra cucina.

Ci sono una serie di cose diverse che è importante conoscere e considerare prima di scegliere una griglia. Avrete bisogno di decidere su quanto spazio avete in cucina e si dovrà anche decidere se si sta andando ad avere la griglia appeso alla parete o il piano di lavoro. L’ultima cosa che dovrete considerare è se avrete bisogno di un inserto a legna per la griglia e dovrete prenderne uno che corrisponda al vostro inserto a gas.

Prima di acquistare una griglia a contatto, dovreste anche sapere come leggere e seguire un manuale. Vi daranno le informazioni necessarie per prendere le giuste decisioni sulla griglia e le impostazioni del pannello di controllo. Ciò che è importante sapere sono le cose da cercare quando si legge un manuale.

La prima cosa da controllare sono i quadranti e le manopole dei comandi, che sono quelli che controllano la temperatura sulla griglia. È molto importante leggere attentamente queste informazioni in modo da essere sicuri di scegliere la giusta impostazione sul pannello di controllo. Quando cercate le griglie sulla griglia di contatto, assicuratevi che si adattino correttamente all’inserto in legno e che siano abbastanza grandi per l’oggetto per cui intendete usarlo.

Funzioni extra

Altre opzioni che potreste aver bisogno di prendere ulteriori misure per cercare includono la staffa di montaggio così come la spellatura per le intemperie. Quando siete tutti pronti, ora potete assicurarvi di aver installato correttamente la griglia. Inoltre, vorrete ricordarvi di testare la potenza per assicurarvi che sia accesa correttamente e che la griglia abbia il potere di funzionare correttamente.

Ora che sapete come usarlo correttamente, potete facilmente ottenere la griglia di cui avete bisogno e passare più tempo con la vostra famiglia e gli amici. Se siete preoccupati per i costi del carburante, ricordate che non sarà così costoso.

Le caratteristiche extra di un registratore vocale

Di consigli sulle caratteristiche principali di un registratore vocale ce ne sono tantissimi, ma come valutare le funzionalità extra? In base a cosa scegliere il registratore vocale? 

Ecco una mini guida che puoi integrare visitando il sito specializzato https://registratorevocaleclick.com/.

Interfaccia: Sia i pulsanti fisici che il menu di navigazione principale dovrebbero essere intuitivi. Le funzioni di base come play, stop, pausa e registrazione dovrebbero essere visibili.

Avvio rapido: Pulsanti one-touch per l’accensione e la registrazione possono aiutare a ridurre al minimo l’armeggiare del menu. Questo significa una registrazione più facile per voi!

Prima di uscire e cercare un registratore vocale decidete quali caratteristiche sono fondamentali per voi

Ora che conoscete le migliori qualità da cercare in un registratore audio, è il momento di valutarle in base a ciò di cui avrete bisogno in uno di essi. Ad esempio, se sei un giornalista in viaggio da e per le interviste, la durata della batteria e le dimensioni del registratore potrebbero avere un peso maggiore rispetto ad altri nella lista di cui sopra. Al contrario, se state registrando per una riunione di lavoro, la qualità dell’auto e la facilità di condivisione dei file potrebbe essere più importante.

Dopo aver scelto le caratteristiche principali di un registratore audio, il passo successivo per trovare un registratore vocale di alta qualità è la qualità del suono. Potete rispondere a questa domanda elencando le situazioni in cui dovrete utilizzare il dispositivo di registrazione.

Se la registrazione avviene in luoghi con un’acustica pessima, la scelta di un dispositivo di registrazione in grado di catturare un suono di alta qualità sarebbe un buon investimento. Una volta che si conoscono le impostazioni in cui si registrerà, è possibile effettuare una ricerca e leggere come diversi dispositivi di registrazione eseguiti sui test audio. Si può anche andare in un negozio di elettronica locale per vedere se hanno una raccomandazione su un dispositivo specifico. Spesso, le raccomandazioni possono portare al prodotto migliore.

Suggerimento extra: Trascrivere l’audio nel testo

Un grosso equivoco sui registratori vocali è che possono trascrivere la vostra voce in un testo da soli. Se state cercando di farlo, dovrete acquistare un costoso software per computer (o un registratore molto costoso) per farlo da soli. Un’alternativa è scaricare l’applicazione gratuita di Rev Voice Recorder, che permette di registrare l’audio dal telefono e di ordinare una trascrizione con un solo tocco.

Utilizzare Rev per il lavoro di trascrizione significa che ti verrà addebitato solo 1,25 dollari al minuto, riceverai la trascrizione finale o il file, e avrai un’accuratezza del 99%+. Inoltre Rev è composto da trascrizionisti di grande talento che sono in grado di completare un incarico in poche ore!

L’ultima parola sui registratori vocali

Quando si tratta di trascrizione (sia che decidiate di farlo da soli o di passare attraverso una società di trascrizione), ci sono due fattori da considerare:

Importanza della precisione

Importo di denaro che sei disposto a spendere

Investire in un registratore vocale di qualità può aiutarvi a raggiungere entrambi i suddetti fattori.

Avete un registratore vocale preferito? Quali sono le qualità più importanti per voi quando scegliete un registratore audio? Parlate con noi nei commenti qui sotto, ci piace sentirvi!

Come scegliere la ricetrasmittente

Vi è stata affidata la responsabilità di acquistare radio a due vie per la vostra attività. Avete guardato il mercato e vedete una moltitudine di produttori e di soluzioni radio bidirezionali e siete ancora più confusi di quando avete iniziato. Ora vi trovate a fare un’enorme quantità di domande su come iniziare a cercare, come mantenere il budget e cosa cercare?

Bene, abbiamo messo insieme questa semplice Guida in 12 punti per guidarvi attraverso il processo di adeguamento delle vostre esigenze di comunicazione aziendale alla nostra gamma di soluzioni radio bidirezionali Icom. Speriamo che seguendo questi suggerimenti renderemo il processo molto più veloce, più semplice per voi ed eviteremo qualsiasi frustrazione.

Cominciamo!

1. Perché dovrei scegliere le ricetrasmittenti per il mio business?

Speriamo che abbiate già risposto a questa domanda; sapete già che dovete rimanere in contatto con il vostro personale. Sapete di volere una soluzione efficiente, semplice ed efficace che potete controllare e gestire facilmente.

Le ricetrasmittenti professionali possono fare tutto questo. A seconda delle vostre esigenze e delle applicazioni che utilizzate, possono aumentare la sicurezza, migliorare la produttività, fornire una migliore soddisfazione dei clienti o dei dipendenti e contribuire a rendere più redditizio il vostro lavoro.

2. Cosa possono fare per me le ricetrasmittenti?

La radio bidirezionale è una forma di comunicazione molto flessibile. Può fornire una semplice comunicazione da uno a uno tra un piccolo gruppo di utenti o aumentare il numero di canali in modo da avere un canale per tutti, un canale per la gestione, un canale per la sicurezza, un canale per la pulizia e così via. È possibile utilizzare ogni canale come un sistema interfonico che consente di chiamare singole persone o gruppi invece di trasmettere un messaggio a tutti.

Alcune radio hanno la capacità di scansione, quindi le vostre radio capteranno la conversazione solo per i canali che avete programmato.

A seconda delle vostre esigenze potete costruire un sistema radio complesso che integra non solo la comunicazione radio ma anche il monitoraggio della sicurezza via GPS o TVCC o la copertura tra gruppi su una vasta area geografica utilizzando internet.

3. Chi li utilizzerà?

Il bello delle radio a due vie è che sono facili da usare e chiunque nell’organizzazione può usarle con pochissima formazione. Quindi distribuite le radio a gruppi di personale, ai loro manager, ecc. e ricordate che il sistema radio è facilmente espandibile. Quando se ne presenta la necessità, basta aggiungere altri portatili. Le radio a due vie sono ideali per il personale addetto alla sicurezza, i lavoratori agricoli, il personale d’ufficio, il personale di sorveglianza del negozio, i lavoratori a turni, gli ispettori delle linee di produzione, i monitor dei parchi giochi… la lista è infinita

4. Dove userò le ricetrasmittenti?

Guardate dove volete usarle, negli edifici, sul posto, nei veicoli, nel pattugliamento del perimetro, definite le vostre esigenze e poi chiedete al vostro rivenditore Icom locale di consigliarvi il modo migliore per darvi la copertura di quell’area. Una rapida “regola empirica” è che il VHF viaggia più lontano all’esterno mentre l’UHF è migliore per l’uso locale in loco (all’interno di edifici, ecc.), ma accettate i consigli del vostro rivenditore per la soluzione migliore.

Guida all’acquisto di troncatrici composte

Una troncatrice è uno strumento specializzato che consente di eseguire tagli con diverse angolazioni. La sega ha una lama montata su un braccio oscillante che ruota a sinistra o a destra per produrre tagli angolati. È possibile utilizzare una troncatrice per eseguire rapidamente tagli per la modanatura di corone, cornici per quadri, telai di porte, telai di finestre e altro ancora. 

Troverete tre varianti:

  • Le troncatrici composte sono dotate di lame che ruotano a destra e a sinistra per i tagli angolati e si inclinano in un’unica direzione per i tagli smussati. Manipolando la sega su entrambi gli assi contemporaneamente si ottiene un taglio a mitra composto. Le troncatrici composte sono utili per cornici di quadri, per lo stampaggio di corone o per qualsiasi progetto che richieda tagli angolati su due piani. Offrono il vantaggio di eseguire tagli composti in una sola passata.
  • Le troncatrici a doppio taglio composito funzionano come le troncatrici composte. Mentre le troncatrici composte si inclinano in una sola direzione, le troncatrici doppie possono inclinarsi sia a destra che a sinistra. Possono creare rapidamente smussi con qualsiasi angolazione.
  • Le troncatrici composte scorrevoli hanno tutta la versatilità delle troncatrici composte e una funzione scorrevole, simile a quella di una sega a braccio radiale, che consente di spostare la lama avanti e indietro. Il vantaggio principale della funzione di scorrimento è l’aumento della lunghezza di taglio che fornisce.

Scoprite di più sui vari tagli che potrete effettuare, i modelli e le recensioni sul sito https://troncatriceclick.com/.

Attenzione

Seguire sempre le istruzioni per l’uso, la manutenzione e la sicurezza del produttore dell’apparecchio, comprese le istruzioni sul dispositivo di sicurezza.

Cercate caratteristiche che possano facilitare il vostro lavoro e offrire una maggiore versatilità:

Gli amplificatori misurano la potenza del motore della sega. Amplificatori più alti significano più potenza di taglio.

La dimensione della lama è una considerazione importante nella scelta di una troncatrice. Le dimensioni più comuni sono 8, 10 e 12 pollici. Tenete presente che lame di diametro maggiore possono effettuare tagli più lunghi.

Gli arresti positivi sono punti stabiliti in fabbrica che consentono di eseguire rapidamente tagli precisi su angoli specifici. Fermi più positivi riducono il tempo necessario per impostare i tagli. Alcune seghe sono dotate di fermi attivati dal pollice per regolazioni rapide.

I fermi di profondità consentono di regolare l’altezza della lama, controllando la profondità di taglio nel pezzo.

Le protezioni articolate della lama mantengono la protezione libera dal calcio, in modo da avere una migliore visuale della linea di taglio. Quando si solleva la sega, la protezione si abbassa per coprire completamente la lama.

I freni elettrici invertono il flusso di elettricità nel motore della sega quando si rilascia il grilletto. L’inversione della corrente interrompe rapidamente lo slancio della lama. I freni elettrici possono fermare la lama in appena due secondi, molto più velocemente di una lama di una sega senza questa caratteristica.

I blocchi del mandrino o dell’albero immobilizzano l’albero e la lama, rendendo molto più facile la sostituzione della lama.

Gli scivoli per la polvere e i soffiatori aiutano a spostare la segatura dalla zona di taglio.

I sacchetti di polvere si montano direttamente sulla sega e raccolgono la segatura.

Le prolunghe del tavolo si collegano ai lati della sega e sostengono il materiale più lungo per ottenere un taglio preciso.

Le recinzioni scorrevoli e ribaltabili forniscono un ulteriore supporto al materiale più alto per i tagli standard a mitra. È quindi possibile farli scorrere o capovolgere per effettuare tagli conici o per sostenere pezzi più lunghi.

Le guide laser e le luci guida proiettano un raggio o proiettano un’ombra sul pezzo in lavorazione, aiutandovi a guidare con precisione i vostri tagli.

I display digitali forniscono informazioni di facile lettura per l’impostazione di smussi.

Attenzione

Scollegare sempre l’utensile elettrico prima di effettuare la manutenzione.

Altre considerazioni sulla troncatrice

Al di là delle caratteristiche disponibili, ci sono ulteriori considerazioni da fare quando si acquista una troncatrice:

È possibile montare una troncatrice su un banco da lavoro per l’uso in negozio. Se trasporterete la sega in diversi luoghi di lavoro, ricordate che i modelli più leggeri vi daranno una maggiore portabilità.