10 piante che contrastano la caduta dei capelli

La perdita di capelli nelle donne, a qualsiasi età e per qualsiasi motivo, è scoraggiante, frustrante e, a volte, devastante. Una persona può perdere da 10 a 100 capelli al giorno come conseguenza naturale del ricambio epiteliale. Ma quando supera la norma, è necessario prestare attenzione, perché potrebbe trattarsi di alopecia.
Spesso può essere dovuto semplicemente a fattori ereditari o come parte naturale del processo di invecchiamento.
Fortunatamente, la natura ci offre diversi rimedi erboristici che possono essere utilizzati per combattere la caduta dei capelli, quando le cause non sono dovute a malattie.
Ecco dieci piante medicinali che possono aiutare a fermare la caduta dei capelli:

  1. Foglie di guava. Una pianta molto popolare per arrestare la caduta dei capelli sono le foglie di guava. Funziona così: mettere una manciata di foglie di guava in un litro d’acqua e farle bollire. Massaggiare energicamente il cuoio capelluto e lavare quotidianamente.
  2. Rosmarino. È molto utile per favorire la circolazione sanguigna. Schiacciare un mazzetto di foglie di rosmarino e metterlo in una tazza d’acqua. Massaggiare il cuoio capelluto con quest’acqua due volte al giorno.
  3. Verbena. Cuocere 15 grammi di fiori in un litro d’acqua per 20 minuti. Lasciare raffreddare e poi sciacquare i capelli con quest’acqua dopo il lavaggio.
  4. Equiseto. L’equiseto contiene cisteina, selenio e silice, minerali noti per favorire la crescita dei capelli e rafforzare quelli esistenti. Per beneficiare delle sue proprietà curative, fate bollire per 5 minuti un litro d’acqua con 7 cucchiai di equiseto, 7 foglie di rosmarino e 7 foglie di ortica. Lasciare in infusione per 10 minuti e filtrare la lozione. Applicare sui capelli dopo lo shampoo, massaggiando. Non è necessario risciacquare.
  5. Aloe vera. Schiacciare un pezzo di questa pianta per ottenerne il succo. Mescolare con acqua calda e massaggiare il cuoio capelluto per qualche minuto. Lasciare agire per un’ora e risciacquare con abbondante acqua.
  6. Rucola. L’estratto di rucola contribuisce alla crescita dei capelli stimolando il follicolo pilifero. Si può fare un infuso con le sue foglie e, quando è caldo, usarlo per sciacquare i capelli dopo lo shampoo.
  7. Noce. Portare a ebollizione un bicchiere d’acqua e aggiungere 9-12 foglie di noce. Portare a ebollizione per 3 minuti, togliere dal fuoco, coprire e lasciare riposare per 10 minuti. Ceppo. Lavate la testa e applicate l’infuso caldo su tutti i capelli, avvolgete la testa con un asciugamano e tenetela per 20 minuti. Applicare questo rimedio per nove giorni di seguito.
  8. Ortica. È possibile creare un tonico per capelli fatto in casa preparando un infuso con le foglie di ortica. Dopo lo shampoo, utilizzare l’applicazione per massaggiare il cuoio capelluto. Non è necessario risciacquare.
  9. Zenzero. In generale, lo zenzero viene utilizzato solo sotto forma di succo o mescolato con altri oli, essendo molto comune la miscela con l’olio di sesamo, così come con l’olio di oliva o di jojoba. Queste miscele vengono applicate sul cuoio capelluto con un leggero massaggio per stimolare la circolazione sanguigna e lasciate in posa per dieci minuti. Poi si possono lavare i capelli come di consueto.
  10. Succo di cipolla. Grazie all’elevato contenuto di zolfo, il succo di cipolla aiuta a migliorare la circolazione sanguigna dei follicoli piliferi, rigenerandoli e riducendo l’infiammazione.
    Estrarre il succo, filtrarlo e applicarlo direttamente sul cuoio capelluto. Lasciare agire per 30 minuti e risciacquare accuratamente per eliminare l’odore. Un’altra opzione è quella di mescolare tre cucchiai di succo di cipolla e due cucchiai di gel di aloe vera.

Un mix di queste piante sono spesso contenute in rimedi naturali per la caduta dei capelli come Foltina Plus, la migliore lozione per capelli naturale che ti permette di fermare la caduta dei capelli e farli ricrescere più forti e sani!